Sistemi Ibridi

/Sistemi Ibridi

Perché scegliere un sistema ibrido integrato?

Elevare l’efficienza energetica di un edificio con un sistema ibrido

L’obiettivo del valore dell’immobile è oggi diventato la chiave per una progettazione sia dell’involucro che dell’impianto in termini di massimi risultati ottenibili come classe energetica dell’edificio.

La specificità climatica italiana impone un approccio di progettazione dell’edificio coerente, quindi non solo considerando le massime prestazioni invernali raggiungibili con alti investimenti nell’isolamento dell’involucro.
Al contrario degli investimenti sull’involucro, un impianto di climatizzazione moderno ed efficiente si adatta meglio alla variazione delle condizioni ambientali esterne all’abitazione, quindi alle temperature, all’irraggiamento solare, al tasso di umidità relativa, fattori che chiaramente determinano, insieme alle prestazioni energetiche dell’involucro edilizio, la sensazione di comfort per chi vive l’abitazione.

In caso di condizioni climatiche avverse, nelle quali l’apporto da fonte rinnovabile non è sufficiente per coprire i fabbisogni, il sistema fa intervenire la caldaia a gas a condensazione. Il comfort (in sanitario, in riscaldamento e in raffrescamento per la climatizzazione estiva, grazie alla pompa reversibile) è sempre garantito durante tutto l’anno e nel modo più efficiente. Inoltre il sistema ibrido ha un’alta affidabilità in quanto, a seconda delle situazioni, fa intervenire la tecnologia più idonea senza che vi siano delle interruzioni di sistema.

L’elettronica di sistema gestisce le varie fonti di energia nel modo più efficiente; il sistema ibrido integrato soddisfa i fabbisogni di energia, a prescindere dalla temperatura di mandata richiesta (es. zone miste) e dalle condizioni climatiche esterne, scegliendo tra le diverse fonti disponibili: – sole: energia rinnovabile totalmente gratuita per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria. – aria: energia parzialmente gratuita e rinnovabile per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria. Rendimento massimo con condizioni esterne di temperatura miti e limitati tassi di umidità. – gas: migliore rendimento con condizioni climatiche esterne rigide come ad es. basso irraggiamento solare, temperature esterne rigide, alti tassi di umidità.

Su impianti esistenti e nuove abitazioni la potenza della pompa di calore monoblocco inverter è modulante (potenza nominale 6 e 10 kW, modulazione dal 30% al 130%*) a parità di dimensioni (singolo ventilatore); anche la potenza caldaia è modulante (3,3-33 kW) a parità di ingombro interno della caldaia. Inoltre per incontrare le diverse esigenze impiantistiche Luna Platinum CSI-i è stata sviluppata in 5 configurazioni.

CSI IN Idro H

CSI IN Idro H sistema ibrido incasso con integrazione pompa di calore e caldaia

CSI IN Split H

CSI IN split H sistema ibrido integrato ad incasso con pompa di calore splitata

CSI-i IN Solar

CSI-i IN sistema ibrido integrato ad incasso con pompa di calore e integrazione solare

CSI-i IN

CSI-i IN sistema ibrido integrato ad incasso con pompa di calore monoblocco inverter

CSI IN Idro E

CSI IN Idro E sistema ibrido integrato ad incasso con pompa di calore monoblocco inverter

Prova l'App gratuita di Baxi

Cataloghi, certificazioni e moduli aggiornati sempre con te!