Stadio del Ghiaccio - Appiano (BZ) - Cascata Power HT

Progettazione Ladurner G. Thermotechnik
Realizzazione impianti  Frei & Runggaldier
Committente Comune di Appiano Sulla Strada del Vino (BZ)
Generatori di calore nr. 3 Power HT 1.1500 di tipo modulare, a condensazione a basamento
Potenza termica massima 450 kW (150kWx3)
Potenza termica minima 40,4 kW
 Rendimento medio (DIN 4702-T8)  109,8% (per il singolo generatore) Classe NOx: 5
 Tipo di combustibile  Metano

Descrizione dell’intervento

Appiano sulla Strada del Vino è anche denominata la “Terra dei castelli, laghi e vini” ed è situata a pochi chilometri da Bolzano. Ma questa ridente località è anche nota per le imprese sportive della squadra di Hockey HC Eppan Pirates che attualmente milita nel campionato di A2. Le partite casalinghe degli Eppan Pirates vengono disputate presso lo Stadio del Ghiaccio di Appiano. Costruito nel 1983, con una capienza di 1.375 posti a sedere, questa struttura sportiva ha appena ultimato un’importante opera di aggiornamento degli impianti tecnologici.

L’intervento ha contemplato la riqualificazione della centrale termica utilizzando dei generatori di calore a condensazione. Le specifiche di progetto hanno richiesto una potenza installata di 450 kW termici, ma con la possibilità di modulare la potenza fino al 10% del valore totale: infatti le diverse destinazioni d’uso dei locali (palestra, spogliatoi e bar) prevedono solo in alcune occasioni una richiesta contemporanea di tutti i servizi. La centrale termica è posizionata al piano interrato, e si accede ad essa tramite una scala posizionata a fianco dell’ingresso principale. Per tale motivo, un ulteriore vincolo progettuale ha legato la scelta del generatore, la cui affidabilità comunque non doveva essere messa in discussione, alle dimensioni del generatore stesso. Quest’ultima specifica si è resa necessaria per rendere agevole l’introduzione delle caldaie in centrale termica ed evitare ulteriori spese economiche per opere murarie.
Per i motivi sopra elencati la scelta dello studio di progettazione è caduta su nr. 3 generatori Power HT 1.1500. Infatti le caldaie a basamento Power HT sono caratterizzate da ingombri estremamente contenuti: altezza 85 cm, larghezza 45 cm, e profondità di 113 cm, garantendo pertanto un’agevole introduzione dei moduli nel locale tecnico. I generatori di calore: L’obiettivo primario dell’intervento non era la mera sostituzione dei generatori di calore ma la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni inquinanti. Di fatto il progettista ha posto molta attenzione nei particolari costruttivi delle caldaie e le motivazioni che hanno fatto cadere la scelta sulla Power HT 1.1500 si possono riassumere in: – Bruciatore in acciaio inox, che tramite il diffusore interno e la particolare microforatura sulla superficie cilindrica, consente una distribuzione uniforme della miscela aria-gas indipendentemente dalla sua lunghezza. – Scambiatore primario, interamente in acciaio inox, costituito da due camere fumi cilindriche disposte verticalmente (camera del bruciatore e camera di condensazione). All’interno della superficie cilindrica sono situate le spire, sempre in acciaio inox, nelle quali scorre l’acqua del circuito primario. Nella camera superiore i gas di scarico caldi cedono calore all’acqua di ritorno dell’impianto, contenuta nelle spire, provocando la condensazione dei fumi stessi e cedendo così il calore latente all’acqua, preriscaldandola prima che entri nella camera del bruciatore. – Gruppo di premiscelazione che garantisce costantemente al bruciatore un rapporto aria/gas ottimale indipendentemente dal numero di giri del ventilatore, limitando al minimo i consumi e garantendo sempre una corretta combustione e quindi una riduzione delle emissioni inquinanti.


L’impianto di riscaldamento:
L’impianto di riscaldamento è a servizio principalmente di 3 locali con diversa destinazione d’uso: palestra (annessa al palaghiaccio), il bar e gli spogliatoi. Considerati i diversi utilizzi e le diverse dimensioni, gli spogliatoi e i servizi igienici del bar e della palestra vengono riscaldati tramite radiatori, alimentati da 3 circuiti ad alta temperatura, mentre per la climatizzazione invernale dei locali principali si utilizzano delle macchine di trattamento dell’aria, le cui batterie di scambio vengono alimentate da nr.5 circuiti miscelati . Tutti i circuiti spillano da un unico collettore principale con attacchi a circuito semplice, ovvero le mandate e i ritorni sono collegati sullo stesso lato verso il compensatore idraulico. Considerato il numero di circuiti e la tipologia dell’impianto si è reso necessario un dimensionamento particolarmente accurato per il disgiuntore idraulico, inoltre sul circuito primario è stato installato un secondo circolatore per ogni caldaia per attenuare le differenze di portata tra circuito primario e circuito secondario. Tale accorgimento, abbinato ad una temperatura di mandata dei generatori funzione della temperatura esterna, consente di massimizzare i benefici e il risparmio energetico di una centrale termica a condensazione. Considerato poi, la lunghezza della rete di distribuzione dell’impianto di riscaldamento una particolare attenzione è stata posta nella scelta dei materiali e nella realizzazione della coibentazione delle tubazioni per non vanificare le scelte progettuali volte a massimizzare la riduzione dei consumi. Per quanto riguarda infine l’efficienza dei generatori di calore Baxi, quest’ultimi hanno confermato la versatilità di utilizzo e la riduzione dei consumi attesa.

Prova l'App gratuita di Baxi

Cataloghi, certificazioni e moduli aggiornati sempre con te!

App StoreGoogle Play