Continua la rivoluzione dedicata al segmento Professional

NASCE POWER HWC 115 – 500 kW, LA NUOVA GAMMA DI CALDAIE A CONDENSAZIONE DI ALTA POTENZA AD ALTO CONTENUTO D’ACQUA

Sono sempre più qualificanti e complete le proposte di Baxi dedicate al segmento professional.
In merito ai prodotti specifici per il segmento professional, è ora disponibile anche la gamma di caldaie a condensazione di alta potenza ad alto contenuto d’acqua POWER HWC 115 – 500 kW.
La gamma POWER HWC è costituita da generatori per solo riscaldamento con scambiatore di calore in acciaio INOX ad alto contenuto d’acqua, ideale sia nei contesti residenziali che per installazioni in impianti industriali-commerciali.
Le dimensioni compatte, unite alla possibilità di essere smontati e riassemblati, rendono i modelli della gamma adatti in caso di sostituzioni di vecchi generatori situati all’interno di centrali termiche poco agevoli.
Nelle zone in cui l’acqua è particolarmente dura può essere conveniente optare per una caldaia a condensazione ad alto contenuto d’acqua in modo da limitare gli intasamenti nello scambiatore dovuti alla formazione di calcare o alla presenza di impurità nell’acqua del circuito primario.
La gamma Power HWC, proposta nei quattro modelli 1.115, 1.250, 1.375 e 1.500, è dotata di un bruciatore assiale cilindrico in fibra metallica che migliora l’accensione, aumenta la silenziosità e distribuisce uniformemente la fiamma.
L’elevata potenza modulante, esattamente da 1:4 a 1:14, permette una riduzione del numero di accensioni/spegnimenti della caldaia determinando un miglioramento dell’efficienza e di conseguenza un notevole risparmio.
Adatta per funzionare sia a gas Metano che a GPL, POWER HWC prevede la possibilità di interfacciamento con Modbus per integrare la caldaia in un sistema più ampio (ad esempio quello di un centro commerciale). POWER HWC è inoltre collegabile a Baxi RM-PRO, il nuovo sistema di Remote Monitoring dedicato al settore professional per il controllo e la regolazione delle centrali termiche da remoto.
La semplicità e la chiarezza inizia dal pannello operatore: è composto da un display LCD, una manopola selettrice e da 2 tasti, uno per modificare la selezione delle funzioni e l’altro per uscire dal menu. Fino a 12 i circuiti di impianto indipendenti impostabili, con possibilità di stabilire altrettante impostazioni orarie settimanali. Il pannello è predisposto per la connessione di 4 schede multifunzione.
Oltre al pannello operatore, la piattaforma elettronica si compone anche di altre 2 schede: il Control Manager e il Modulo Multifunzione.
Il Control Manager può gestire caldaie singole o in cascata fino a un massimo di 8 caldaie, 6 ingressi on/off, la gestione del riscaldamento e della produzione di acqua calda sanitaria.
Un mondo articolato e in costante evoluzione quello riservato al segmento professional, di certo destinato a crescere ancora.

Vai alla news

Il segmento Professional si arricchisce di prodotti e servizi

Nuovi modelli per le caldaie a condensazione di alta potenza e in cascata, nuovo sistema di remote monitoring BAXI RM-PRO, progettazione BIM, 300 schemi d’impianto e utili App.

Vai alla news

Al via la campagna “Baxi. Una di famiglia”

Da oggi il programma Estensione Garanzia Baxi Più per caldaie murali a condensazione sotto i 35 kW può essere esteso fino a 10 anni.

Con zero costi iniziali di adesione e zero penali di recesso. Parte la nuova campagna di Baxi Spa, azienda attiva nel settore del riscaldamento e della climatizzazione. Baxi. Una di Famiglia il nome dell’operazione che consente all’utente finale di estendere la garanzia fino a 10 anni (periodo totale comprensivo dei 2 anni coperti dalla garanzia legale).

La campagna “Baxi. Una di Famiglia” darà grande risalto a Baxi Più 10 anni, il programma di estensione garanzia dedicato alle caldaie murali a condensazione di classe A con potenza nominale inferiore ai 35 kW prodotte nel virtuoso stabilimento di Bassano del Grappa (Vi) che, oltre ad essere il più grande del settore a livello europeo, è da quest’anno diventato anche a impatto zero grazie agli oltre 3600 pannelli fotovoltaici posizionati sul tetto che consentono di soddisfare il 100% del fabbisogno di energia necessario per la fabbricazione delle caldaie.

“La caldaia Baxi entra nelle case e diventa Una di Famiglia, una presenza silente quanto fedele, efficiente quanto fondamentale per il benessere dell’intero nucleo domestico” afferma Andrea Rossi, direttore marketing dell’azienda. “Una presenza solida, sicura, affidabile. Quasi indistruttibile. Viviamo questa visione delle cose con grande coinvolgimento e con un forte senso di responsabilità, che ci porta a metterci costantemente in gioco per migliorarci e, di conseguenza, migliorare il comfort di chi ci sceglie. Abbiamo lavorato sul prodotto, sulla tecnologia, sulla formazione, sul servizio. Ce la mettiamo tutta affinché le nostre caldaie diventino un membro delle famiglie che hanno scelto Baxi”.

Il programma Baxi Più 10 anni di Garanzia, offerto in collaborazione con la Rete Service Autorizzata Baxi, non prevede costi iniziali di adesione. La sua attivazione può essere richiesta alla Reta Service Autorizzata Baxi direttamente in occasione della verifica iniziale. L’unico impegno da parte dell’utente sarà rispettare, di anno in anno, il programma delle manutenzioni periodiche (obbligatorie per legge) previste dal Contratto di Manutenzione Programmata Baxi.

Baxi Più 10 anni copre la fornitura gratuita delle normali parti di ricambio difettose, secondo le condizioni riportate sul Certificato di Garanzia Convenzionale. Prevede inoltre la fornitura delle parti di ricambio soggette ad usura, normalmente non coperte da garanzia, e la sostituzione di parti danneggiate da fulmini qualora non vi sia altra polizza assicurativa attiva per la stessa tipologia di sinistro.

Vai alla news

Baxi protagonista del progetto “Design Thinking meets Industry 4.0”

Si è concluso di recente il percorso “DesignThinking meets Industry 4.0”, l’iniziativa ideata dalla start-up Azzurro Digitale in partnership con Unismart Padova dell’Università di Padova e la Fondazione Cà Foscari dell’Università di Venezia, a cui ha partecipato Baxi, leader nel settore del riscaldamento e la climatizzazione.

Il progetto durato circa 8 mesi, ha visto coinvolte più aziende e aveva lo scopo di introdurre l’applicazione delle teorie del Design Thinking, innovativa metodologia organizzativa, all’ampio contesto dell’Industria 4.0.

Il progetto era articolato in “learning week”, settimane in cui ogni azienda ospitava gruppi misti di risorse delle altre aziende proponendo delle sfide progettuali per rispondere a delle problematiche che andavano risolte tramite il Design Thinking. In questo modo si è realizzata una reale “open innovation” che ha provocato una contaminazione di best practices ed esperienze positive tra le risorse delle varie aziende, dando vita ad esperienze formative sotto tutti gli aspetti per i partecipanti.

« Questa iniziativa – dichiara Alberto Favero, Direttore Generale di Baxi – è stata un’ulteriore conferma della volontà di condivisione e crescita per la nostra azienda che ha nel proprio DNA l’innovazione sia in termini di prodotto che di processo».

Vai alla news

Baxi 2017:la crescita è a due cifre

Con un fatturato di 255 mil di € e più di 500.000 unità vendute, Baxi ha raggiunto un risultato eccellente con un più 20% rispetto al 2016.
In un’intervista sui fattori chiave di questo successo, il Direttore Generale Alberto Favero, racconta come questo derivi non solo dalla capacità di diversificare il prodotto per soddisfare le esigenze degli utenti 365 giorni l’anno ma anche da una presenza capillare della Rete Vendita e Service oltre alla formazione continua erogata dall’azienda nei confronti dei funzionari interni e dei professionisti.
Questo aumento del fatturato avrà un impatto diretto sui dipendenti che riceveranno oltre 4.500 € di premio, come previsto dall’accordo di secondo livello siglato con la RSU nel 2016. Parte di questo importo verrà erogato in servizi di welfare.
Progetti 2018? Consolidare la presenza nei principali mercati (Italia, Cina e Russia e Unione Europea) valorizzando ulteriormente l’offerta di prodotto/sistema/servizio; applicare i principi dell’industry 4.0 e attrarre nuovi giovani talenti in azienda.

Vai alla news

Genova ultima tappa 2017 del ciclo convegnistico Baxi Obiettivo Professional

A seguito delle tappe di Roma e Spoleto che si sono tenute nella prima parte dell’anno, ha avuto luogo a Genova l’ultimo incontro 2017 del format Obiettivo Professional che Baxi dedica ai professionisti di settore.

Il seminario si è tenuto lo scorso 20 Ottobre nella prestigiosa sede del Museo del Genoa calcio presso il Porto Antico di Genova. Una location storica che ha visto in sala più di 70 termotecnici tra ingegneri e periti interessati alle relazioni presentate che vertevano sul tema della riqualificazione energetica sia dal punto di vista normativo che impiantistico, sulla firma energetica in esercizio e di progetto.

Il seminario ha trattato anche il tema del monitoring delle centrali termiche e sono stati presentati degli esempi applicativi relativi sia al remote monitoring che alla riqualificazione impiantistica.

L’evento era accreditato dall’Ordine degli Ingegneri e dal Collegio dei Periti della Provincia di Genova; la partecipazione a tutta la sessione formativa consentiva infatti il riconoscimento di 4 CFP per entrambe le categorie.

Vai alla news

Un poker di energie per i sistemi ibridi e in pompa di calore Baxi

Baxi ha realizzato CSI E : il sistema ad incasso in pompa di calore con integrazione solo elettrica. Sono due le tipologie a disposizione:

CSI IN Idro E, con pompa di calore aria-acqua monoblocco inverter (PBM-i+ da 6 e 10 kW) e CSI IN Split E, con pompa di calore aria-acqua splittata inverter (AWHP MR da 6, 8 e 11 kW). Grazie alle tecnologie impiegate, questi sistemi sono in grado di fornire riscaldamento, raffrescamento e acqua calda sanitaria; nel caso di temperature particolarmente basse, inoltre, intervengono le resistenze elettriche garantendo massima affidabilità e continuità di servizio del sistema.

Oltre a garantire il comfort in ogni stagione, le nuove CSI e sono compatte e semplici da installare. Tutti gli elementi del sistema, sia nella versione Idro E che Split E, sono alloggiati all’interno della cassa di contenimento che può essere incassata nel muro oppure nell’armadio di contenimento esterno. In questo modo sono ridotti al minimo gli ingombri per soddisfare qualsiasi esigenza di spazio. Inoltre, CSI IN E 200 è facile da installare perché completamente modulare essendo composto da bollitore solare da 150 litri, un modulo idraulico (con al suo interno il separatore idraulico di compensazione da 30 litri) e il bollitore da 45 litri Acqua Più 50. Grazie a questa configurazione è possibile produrre fino a 200 litri di acqua calda sanitaria.

Il poker di energie si completa con i sistemi ibridi CSI IN Idro H, con pompa di calore monoblocco inverter e caldaia a condensazione, e CSI IN Split H, con pompa di calore splittata inverter e caldaia a condensazione.

Vai alla news

Comfort di classe a piu con il nuovo scaldacqua in pompa di calore murale


Baxi amplia la gamma di scaldacqua in pompa di calore introducendo SPC 90 per installazioni murali con una capacità di carico di 90 litri.

Le dimensioni ridotte e l’elevata silenziosità, lo rendono ideale per essere installato facilmente in molteplici ambienti domestici come lavanderia, locali caldaia e garage.

Oltre a essere dotato di compressore ad alta efficienza, gas ecologico, ciclo anti-legionella, anodo di magnesio, connessioni per la canalizzazione Ø 125 mm e contatto per il fotovoltaico, SPC 90 ha di serie un kit di installazione composto da staffa fissaggio a muro, raccordo scarico condensa, valvola di sicurezza 7 bar e giunti dielettrici connessione acqua.

Il modello, conforme alla nuova direttiva ErP 2017, raggiunge la classe A+ permettendo al consumatore di fare una scelta consapevole, in termini di efficienza, risparmio e consumi energetici.

Vai alla news

Baxi premiata al Best Talent Hunter 2017 dell’Università di Padova

Baxi è stata premiata come Best Talent Hunter 2017. La cerimonia si è tenuta lo scorso 4 dicembre presso l’Aula Nievo di Palazzo del Bo, sede dell’Università di Padova. Il premio è riservato alle aziende che hanno partecipato con maggior impegno alle attività di Career Service, servizio di recruiting dell’Università, istituito già da un ventennio. All’evento erano presenti circa 50 aziende su più di 21.000 che hanno ospitato stage tramite l’ateneo padovano.

Il premio rappresenta un momento di raccordo tra il mondo accademico e quello dell’impresa, in particolar modo per quanto riguarda le esperienze di tirocinio e lavoro degli studenti e dei laureati, e viene assegnato in base ai dati raccolti tramite i questionari di valutazione forniti alla fine dei tirocini e ai dati di partecipazione di ciascuna azienda alle attività di reclutamento promosse dal Servizio Stage.

La premiazione è suddivisa in più categorie. Baxi ha ricevuto due riconoscimenti per le categorie “Miglior soddisfazione dello stagista” e “Miglior attività di Employer Branding”, a testimonianza dell’impegno posto dall’azienda bassanese in questi anni nella ricerca e nell’inserimento di giovani talenti nella propria realtà.

Vai alla news

Prova l'App gratuita di Baxi

Cataloghi, certificazioni e moduli aggiornati sempre con te!

App StoreGoogle Play